IL MADE IN ITALY D’ECCELLENZA

Archivio e competenza profonda sviluppata in oltre 180 anni di lavoro, conoscenza della tecnologia e di come applicarla al tessuto per adeguarsi sempre a nuovi stili di vita.

 

Il tutto nel rispetto dell’ambiente e delle persone.

1836  |  LUIGI MARZOTTO

Nel lontano ‘800 , Luigi Marzotto, fonda una piccola tessitura laniera con 12 operai a Valdagno, in una vallata non lontana dalla città di Vicenza. È l’inizio della nostra grande storia.

1842  |  GAETANO MARZOTTO

Con 200 operai, 80 macchine e telai a mano per la tessitura, da piccola impresa artigianale iniziamo a diventare una grande industria, con gli occhi sempre più rivolti al futuro e oltre i confini nazionali.

1866  |  MUTUO SOCCORSO

A quel tempo la nostra visione trae già ispirazione da un codice etico contemporaneo, a Valdagno, infatti, viene creata la prima Società di Mutuo Soccorso dedicata ad artigiani e operai.

1869 |  INGEGNERIA E INVESTIMENTI

L’Italia cambia, l’innovazione alimenta tutti i comparti dell’economia aprendo le porte al progresso e all’industrializzazione. Anche la nostra azienda guardava avanti investendo nella meccanizzazione della tessitura con turbine a vapore.

1880  |  VITTORIO EMANUELE MARZOTTO

Nelle vicinanze di Valdagno, a Maglio, inizia la progettazione e costruzione dello stabilimento di filatura guidato da Vittorio Emanuele Marzotto. In quel periodo l’industria italiana era ancora ferma al filato cardato, mentre noi, iniziavamo a progettare il filato pettinato.

1890  |  INTERNAZIONALIZZAZIONE

L’export rappresenta sempre di più il presente, nel 1890, iniziamo ad esportare filati industriali nell’area danubiano-balcanica e, successivamente, nei mercati sudamericani.

1915  |  CICLO CONTINUO

Il progresso è ancora una volta di casa, con nuovi investimenti e 12 nuove centrali idroelettriche, diamo il via alla produzione a ciclo continuo, dalla balla al tessuto finito. 

1922 |  GAETANO JR

L’arco temporale tra il 1894 e il 1972 è la nascita di una nuova Era, grazie alla direzione di Gaetano Marzotto, precursore e amante delle più avanzate tecnologie, consolidiamo la nostra natura, quella di essere sempre un passo avanti. 

1927  |  IL TRENO

Le ferrovie attraversano ormai tutta l’Italia, cambiano per sempre il dna dell’economia e della società. Scegliamo così di costruire una linea ferroviaria ‘aziendale’ per azzerare le distanze, agevolare la monodopera e viaggiare sempre più veloci verso il futuro.

 

1931  |  3759 OPERAI

Le nostre dimensioni sono quelle di una multinazionale leader in Italia e nel mondo, il numero degli operai cresce costantemente come i confini e il valore del nostro marchio.

1940  |  IL DECENNIO

Tra il 1930 e il 1940 diventiamo il principale produttore nazionale di filati e tessuti, con una quota tra il 40 e il 50% delle intere esportazioni laniere italiane, in particolare, tessuti pettinati esportati nelle principali piazze mondiali.

 

Non siamo più solo una società, siamo un mondo: investimenti nello sviluppo economico delle colonie italiane, la ‘Città Sociale’ dedicata agli operai, i quartieri e le case costruite per i dipendenti, le attività culturali, ludiche e sportive.

 

In quegli anni realizziamo più di 1000 alloggi per 4/5000 abitanti, i circoli operai, le scuole di musica, l’asilo d’infanzia, l’orfanatrofio, il poliambulatorio, la casa di riposo, lo stadio da 5.000 posti, il cinema teatro, le palestre, il pensionato studentesco, la piscina olimpionica. Una società dedicata al lavoro e al benessere di ogni persona e famiglia, un mondo di cui tutti sono protagonisti e artefici.

1950 | L’ABBIGLIAMENTO

Agli inizi degli anni cinquanta il nostro marchio diventa espressione di abbigliamento, non più solo filati e tessuti, ma abiti. “Abitualmente vesto Marzotto”recitava un claim storico.  

 

1970 | FONDAZIONE, PREMIO MARZOTTO, DIVISIONI 

A partire dagli anni ’60 istituiamo il Premio Marzotto e la Fondazione Marzotto. Allo stesso tempo iniziamo la modernizzazione dell’assetto corporate, strategico e organizzativo, con la creazione di divisioni internazionali autonome.

1994  |  STRETCH

In tema di tessuto e abbigliamento maschile lanciamo uno dei tessuti più innovativi che la storia tessile ricordi, lo Stretch e, di lì a breve, il Natural Stretch, un tessuto futuristico che esalta e amplifica le proprietà elastiche della lana a garanzia di un comfort mai provato prima. Trame superiori che prendono vita grazie alla tecnologia e ai continui investimenti in R&S.

 

2002  | 100% LANA LAVABILE  

Ancora una volta guardiamo oltre il presente e, investendo nella ricerca, introduciamo nel mercato un tessuto all’avanguardia in lana lavabile in lavatrice: l’innovazione al passo coi tempi incontra le esigenze della quotidianità.

 

2010  |  COLLEZIONE SCUDO 

Progresso, futuro, nuovi trend. Nel 2010 nasce la Collezione Scudo una linea di tessuti in lana accoppiati con membrane dalle elevate performance, pensata per un outerwear di lusso, elegante e funzionale.

2012  |  VERTICALIZZAZIONE FILIERA 

Nuovi obiettivi, nuovi traguardi. Verticalizziamo la filiera produttiva acquisendo una parte delle quote della Pettinatura di Verrone, leader mondiale nella trasformazione di fibre pregiate.

 

2018  |  DALLE FATTORIE AL TESSUTO 

Grazie alla stretta partnership con Schneider Australia e Schneider Nuova Zelanda, riusciamo a controllare tutta la filiera produttiva, dall’allevatore al tessuto, per garantire la tracciabilità globale del prodotto.

 

2019  |  SEMPRE E OLTRE

Oggi come ieri, continuiamo a crescere investendo nel futuro e nei valori che disegnano, da sempre, l’architettura del nostro essere: avanguardia, qualità superiore, passione instancabile. 180 anni di lavoro, competenze e know how applicato al tessuto nel rispetto delle persone e dell’ambiente.

CHI SIAMO