IMPRESE GLOBALI E COMUNITÀ LOCALI

26/06/19

Lo sviluppo economico è una condizione necessaria per il mantenimento e lo sviluppo della qualità della vita locale, nonché l’occasione di coinvolgere le nuove generazioni nella determinazione del proprio futuro.

 

Da questa riflessione di Marco Mari, Amministratore delegato di “Italian Innovation”, è nato un confronto di esperienze internazionale e locali, che hanno posto l’attenzione su come piccole comunità come Valdagno possono posizionarsi nel contesto globale senza perdere la loro territorialità e riuscendo ad attrarre talenti internazionali.

 

La tavola rotonda mediata da Alexandra Fatal, giornalista del The Economist ha visto tra i partecipanti:

  • Debra Dunn docente all’università di Stanford,
  • Vincent Stanley, Head of Philosophy in Patagonia,
  • Giorgio Todesco, Ceo di Marzotto Wool Manufacturing,

Durante l’incontro la Professoressa Debra Dunn, ha sottolineato come i quattro pilastri fondamentali per la crescita aziendalesono: la prioritizzazione degli stakeholder e l'inevitabile ruolo sociale delle aziende; la governance; la definizione degli obiettivi e delle metriche di successo e la comunicazione strategica.

 

Vincent Stanley, primissimo dipendente di Patagonia e oggi Head of Patagonia Philosophy ha spiegato cosa significa, in termini aziendali, una coerente adesione ai valori della responsabilità sociale ed ambientale e come questa può essere integrata nel business quotidiano.

 

Infine, L’ing. Giorgio Todesco, CEO di Marzotto Wool Manufacturing,ha raccontato l’esperienza e la visione di Marzotto in relazione alla filiera tessile laniera, l’importanza di costruire un rapporto trasparente e di collaborazione con tutti gli stakeholders e l’impegno del Gruppo di integrarsi in tutti i territori in cui è presente. Ringraziamo “Guanxinet” per aver organizzato la serata e aver dato l’opportunità di confrontarci con degli ospiti d’eccellenza.

NEWS