Giorgio Todesco, CEO of the Marzotto Wool Manufacturing added: “Linking closely with the wool grower will enable Marzotto to have better control over wool quality. Combining quality, full traceability and sustainability will give us a competitive advantage. Through this cooperation, we intend to strengthen our supply chain in Australia and New Zealand, improving the cooperation with wool growers, brokers and all our existing wool suppliers.” Traceability and Transparency are not only about tracing wool down the supply chain, but also about improving communications with different stakeholders. “Connecting all players of the wool supply chain, and applying modern technology improve the communication from growers to retailers to consumers and so on,” said Jeffrey Losekoot, Managing Director of G. Schneider S.A.

Il Gruppo Schneider ha investito notevoli risorse in questo campo negli ultimi anni e avere Marzotto al suo fianco è parte di una strategia atta a rinforzare una forte leadership nel mercato della lana, sulla base di valori importanti per entrambe le aziende.

Giovanni Schneider ha aggiunto che le 2 famiglie, hanno un forte legame, iniziato più di 100 anni fa, quando il suo bisnonno si è trasferito dalla Francia all’Italia per lavorare in Marzotto.

“Le due aziende sono già partner nelle Pettinature, in Italia ed in Egitto, e questo ha reso la transazione una progressione naturale e strategica” afferma il Signor Andrea Carenzi, Direttore Finanziario dello Schneider Group e Direttore di G.Schneider Australia.

La partnership tra Marzotto Wool Manufacturing e il Gruppo G.Schneider è un risultato molto positivo per gli allevatori Australiani, poiché entrambi i gruppi investiranno in rapporti a lungo termine con loro” spiega Tim Marwedel, Direttore Generale di G.Schneider Australia. “Abbiamo una vasta base di clienti in Europa, Asia e Sud America e questa nuova collaborazione non migliorerà solo la nostra leadership nel business della lana, ma porterà dei benefici a tutti i nostri clienti e soprattutto ai nostri fornitori, gli allevatori”.

NEWS